Come montare un pc

Assemblare un computer o un pc in generale è una delle scelte migliori per chi desidera una macchina personalizzata per le proprie esigenze. Chiaramente avere un pc assemblato richiede un minimo di capacità manuali e il software necessario per completare l’operazione.
Solitamente si preferisce acquistare un pc pronto all’uso nei centri commerciali o in uno di quei negozi di informatica molto diffusi. In questo modo si evitano seccature di montaggio e installazione e si ha una garanzia complessiva del prodotto in caso di guasto. Ma siamo sicuri sia la cosa migliore?
Sicuramente lo è per chi non ha nessuna nozione o capacità di installazione e montaggio. Ma se volete cimentarvi allora possiamo cominciare!

Come si fa ad assemblare un pc?

Per prima cosa dobbiamo individuare l’utilizzo del futuro pc e il budget del quale disponiamo. I pc per uso gaming e grafica avanzata avranno un costo maggiore per via delle schede video più prestazionali mentre quelli per uso ufficio necessiteranno di hard disk più capienti. Iniziamo dai pezzi fondamentali:

Case: ovvero il contenitore o la “scatola”, se preferite, nel quale verranno inseriti i componenti. Esistono infiniti modelli e principalmente la differenza la fanno i materiali di realizzazione, la grandezza dello stesso e il gusto personale. Un buon case si aggira solitamente tra i 50 e i 100 euro.

Alimentare: il cuore battente di ogni pc. Se volete risparmiare su un componente questo è l’ultimo da prendere in considerazione. Diffidate dai case con l’alimentatore compreso. Nel 99% dei casi sono delle cinesate che consumano molto e rendono pochissimo. Meglio affidarsi alle più note marche sul mercato come Corsair, BeQuiet, Fortron, Thermaltake e tante altre ancora.

L’ hard disk: qui la scelta è diventata quasi obbligatoria per tutti. SSD per il sistema operativo e i programmi e un HD classico per lo storage dei file. L’ SSD andrà bene anche da 256 gb mentre l’ hard disk classico almeno da 2 tera.

Scheda madre: La scelta della scheda madre è strettamente collegata al tipo di socket che avrete scelto. Per farla più semplice la scheda madre, oltre che di marca famosa come Asus o simili, dovrà essere perfettamente compatibile con il processore che intendete utilizzare

Processore: qui la scelta è a due. Processore Intel o AMD. Inutile nascondere che i primi offrono processori in molti casi più prestazionali dei secondi, ma anche il prezzo lievita in questi casi. In compenso AMD si presta bene con le APU in quei pc per uso ufficio. Basso costo e massima resa che li rendono davvero competitivi. Non dimenticate nell’acquisto anche la ventola di raffreddamento e la pasta termica. Solitamente è compresa nella confezione la ventola, mentre la pasta dovrete comprarla separatamente.

Memoria RAM: in base al modello di scheda madre acquistate la RAM compatibile. 8 GB di RAM saranno sufficienti per qualsiasi software.

Scheda video: la scelta della scheda video determina per prima cosa la variante AMD/ATI vs Nvidia, poi in secondo luogo determina anche l’acquisto dell’alimentatore. Non provate nemmeno a far partire una scheda video di ultima generazione con un alimentatore cinese da 30 euro. Il risultato sarebbe disastroso! Se puntate al gaming non scendete al di sotto di 200 euro come budget.

Masterizzatore: uno qualsiasi andrà benone. Potete scegliere tra DVD o Bluray al massimo. Il primo costa sui 30/40 euro mentre il secondo la cifra si avvicina ai 100 euro.

Monitor: siamo alla parte più complicata. Solitamente si presta sempre poca attenzione al monitor che andremo a comprare. Invece è fondamentale per la nostra vista, per la nostra produttività e per le nostre tasche. Un conto è comprare uno di quei monitor in offerta a pochi euro nei centri commerciali ed un altro è comprare ad esempio un Eizo. Nel primo caso avrete colori sballati, luminosità scadente e contrasto pessimo. Nel secondo caso vi sembrerà di ammirare un quadro. Inutile dirvi che un monitor di marca solitamente costa almeno quanto il pc che state assemblando. A voi la scelta…

Mouse e tastiera: per ultimo, ma non come importanza, il mouse e la tastiera sono le estensioni delle vostre braccia. Se avete la possibilità provatene qualcuno in un negozio specializzato.

Inizio assemblaggio pc

Per prima cosa un piano di lavoro abbastanza ampio, un cartone da porre sotto i pezzi sarebbe ideale se il tavolo non è in legno. Aprite il case e recuperate dall’interno tutte le viti. Una volta aperto lo sportello laterale (solitamente nel 99% dei casi i casi sono verticali come posizionamento) cominciamo con il montare l’alimentatore se questo ne è sprovvisto. Ricordate sempre il consiglio precedente. Montiamo gli HD nei rispettivi cassetti già predisposti nel case e il masterizzatore nel suo alloggio predefinito in alto. E’ facile capire dove posizionarlo perchè semplicemente il masterizzatore ha la finestrella che fuoriesce dal case stesso. Finito il montaggio delle poche viti passiamo alla scheda madre.

Separatamente prepariamo la scheda madre inserendo il processore, spalmando la pasta termica e montando la ventola. Se la ventola è quella in serie potrebbe esserci attaccato uno strato da usare per la dissipazione simile alla gomma. Rimuoviamolo e procediamo con la nostra pasta termica. Uno strato di 1 mm ben distribuito sarà sufficiente. Subito dopo montiamo le ram e inseriamo la scheda madre nel case. E’ impossibile sbagliare verso semplicemente perchè i case permettono una sola direzione di uscita delle porte. Avvitiamo la scheda madre al case e procediamo con il collegare HD e masterizzatore con i cavi Sata e con i cavi dell’alimentatore.

A questo punto rimane da collegare l’alimentazione sulla scheda madre tramite cavo a 24 pin e inserire la scheda video nella porta Pci-express.

Se la scheda video necessita di un collegamento extra di corrente dovrete utilizzare una uscita a 6 o 8 pin del vostro alimentatore. Ricordate che se l’alimentatore è scarso non solo potrebbe non avere queste porte ma potrebbe anche essere male alimentate.

Al termine non vi resta che legare tra loro i cavi che penzolano nel case con delle cravattine. Non utilizzate mai nulla di metallico per evitare scosse. Se il case è sprovvisto potrete acquistare separatamente alcune ventole per il raffreddamento. Sono estremamente silenziose quelle di casa Corsair o Noctua. A voi la scelta.
Adesso avrete montato un pc come lo avete desiderato e con la possibilità di modificarlo in qualsiasi momento a vostro piacimento.

Commenta