Fotografare la luna con il cellulare

Uno dei simboli più belli e affascinanti resta sempre la luna. Chi non ha mai desiderato immortalare un momento carino e romantico avendo come sfondo la luna? Fotografare la luna con le classiche macchine fotografiche non è difficile e i risultati sono davvero meravigliosi. Il problema sorge quando abbiamo a disposizione solo il cellulare e vogliamo bloccare quell’istante magico per poi condividerlo con gli amici sui social o con il nostro partner. Non vi aspettate miracoli dalle fotocamere degli smartphone, chiaramente non raggiungeremo mai risultati professionali, ma di certo qualche soddisfazione possiamo togliercela seguendo dei buoni consigli.

Il momento migliore

La prima cosa da fare per fotografare la luna con il cellulare è poter scegliere il periodo e l’attimo migliore. Ad esempio fotografare un soggetto particolarmente luminoso con la fotocamera di uno smartphone è estremamente complicato e il risultato piuttosto modesto. Per questo la luna va fotografata in quei momenti in cui è ancora presente una certa luce solare e la luna è piuttosto bassa in cielo. Per poter fare questo calcolo vi basta utilizzare un’applicazione come Mappa Stellare. Utilizza una location per le tue foto più consona possibile al momento. Magari un paesaggio in aperta campagna, una pineta o un centro città antico.

I parametri della camera del vostro cellulare

Successivamente il passo da seguire è la regolazione dei parametri della fotocamera. Purtroppo per noi lasciare tutto su automatico non è una buona idea perchè le foto possono risultare piuttosto sfocate e sgranate. Ci vengono incontro alcune applicazioni più o meno note come Camera FV-5. gratuita, oppure a pagamento per iPhone ProCam. Cosa bisogna regolare per avere la massima resa? Il primo parametro è assolutamente la sensibilità ISO che indica a grandi linee la luminosità. Più è alto il parametro e più probabilità abbiamo che la foto riceva quell’effetto sgradito chiamato “grana”. Subito dopo sono da verificare la velocità dell’otturatore, ovvero l’effettivo tempo dello scatto che serve a limitare quei micro movimenti che rendono una foto poco piacevole. Anche in questo caso alzare troppo il parametro rischia di sovraesporre la foto a troppa luce. Ultimo ma non certo per importanza è il valore relativo all’apertura del diaframma che troviamo indicato con la sigla f/2.8 o simili. In parole povere se il valore è basso si ottiene un maggiore passaggio di luce nell’obiettivo. Non tutti permettono di modificare questo parametro perchè richiederebbe non solo una certa “professionalità” nell’uso dell’apparecchio ma anche un ottimo hardware.

Brevi consigli

Per fotografare la luna con il cellulare è importante non usare lo zoom digitale perchè sgranerebbe tantissimo la foto sino a renderla poco presentabile. Ed infine fate delle prove, dove possibile, utilizzando l’ HDR dalle impostazioni della vostra fotocamera. Lo trovate cliccando sull’icona dell’ingranaggio. L’ HDR trasforma notevolmente il vostro scatto modificando soprattutto i colori e la resa degli stessi.

Leave a Reply